Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare, accetti il loro utilizzo (scopri di più...)

Sei in : Home page - Archivio documenti - Altri scritti e... - PER LA LAUREA HONORIS CAUSA A JOSE' LUIS MASSERA
PER LA LAUREA HONORIS CAUSA A JOSE' LUIS MASSERA

Archivio

Il 29 marzo 1978, in una situazione difficile per il paese e per l'università, ad appena un anno di distanza dalle terribili giornate del 1977, noi assegnammo, con cerimonia semplice ma solenne, in questa aula magna, le lauree che nel 1973-74 il Consiglio della Facoltà di Lettere aveva proposto per sette personalità straniere e italiane della cultura umanistica. Quella cerimonia volle essere e fu un atto di fiducia nell'università, una testimonianza del profondo convincimento che la tradizione svolge un ruolo importante nella vita delle istituzioni culturali e che i suoi riti possono costituire punti di riferimento significativi nei processi attraverso i quali l'università si trasforma insieme con la società.

Oggi, 22 giugno 1979, noi siamo qui riuniti per rinnovare il rito della consegna di una laurea honoris causa e, in esso, come sempre, sia pure attraverso forme che si ripetono da lungo tempo troviamo un significato che lo fa vivere nel presente.

La consegna della laurea in Scienze Matematiche a José Luis Massera viene fatta mentre egli è in carcere nel suo paese, condannato perchè é rimasto coerente con le convinzioni politiche professate durante tutta la sua vita. Il nostro riconoscimento all'uomo di scienza diviene per questo anche una testimonianza del diritto di ogni essere umano alla libertà di pensiero. L'unanimità del Consiglio della Facoltà di Scienze nella seduta del 28 settembre 1978 nel deliberare la proposta di assegnazione della laurea a José Luis Massera costituisce in tempi in cui si tende a trovare in ogni decisione motivi di divisione, un esempio del ruolo che l'università può svolgere come presidio dei valori di libertà, di quella tolleranza culturale e politica che così strettamente è intrecciata alla libertà di pensiero, e quindi di ricerca e di insegnamento.

Il nostro è insieme atto di denuncia e di solidarietà, un appello per la liberazione di José Luis Massera e della moglie Martha Valentini de Massera, tenuta in carcere solo perchè sua compagna di vita.

Il Preside della Facoltà di Scienze e il Prof. Gaetano Fichera diranno di più sulla personalità di Massera; a me sia solo consentito di ricordare alcuni motivi che a questa cerimonia mi rendono particolarmente vicino.

José Luis Massera ha sviluppato i suoi studi e le sue ricerche in una facoltà di ingegneria, nel campo della teoria della stabilità dei sistemi dinamici. C'é dunque in me una risonanza speciale per la sua attività scientifica e anche per la sua capacità di coniugare il profondo rigore matematico e la ricerca di risultati utili per le applicazioni.

Nell'assegnazione di questa laurea credo di poter perciò leggere un riconoscimento dell'importanza di questo settore e di questo metodo di ricerca.

La laurea che diamo oggi è importante e per il suo valore di testimonianza e per il suo significato culturale. L'Università di Roma iscrive con orgoglio José Luis Massera tra i suoi dottori honoris causa e a Lui, per la qualità del contributo scientifico e per la coerenza coraggiosa dell'impegno civile rende onore.

Allegato:
Autore: Antonio Ruberti
22/06/1979 - Tipologia: Intervento - Argomento: Altri scritti e discorsi